Sanità

Buldorini: nuovo ospedale di Macerata, la firma è la pietra tombale sui teatrini del PD

Il commissario provinciale della Lega replica alle accuse di sceneggiata per la firma dell’accordo sul nuovo ospedale di Macerata

“La firma dell’accordo di programma per l’ospedale di Macerata non è una sceneggiata: è la pietra tombale sui teatrini che da anni vede protagonista il PD di Carancini. Uno per tutti? Quello inscenato ad Appignano con Ceriscioli e Sciapichetti protagonisti di una farsa per raccattare voti: l’avvio del cantiere Inrca. Quel cantiere ancora oggi è solo un ammasso di rovi nonostante l’opera fosse interamente finanziata. È questa è la concretezza di cui si riempie la bocca Carancini?”

Il commissario provinciale della Lega Luca Buldorini replica così alle esternazioni dell’ex sindaco di Macerata che ha definito una sceneggiata la firma dell’accordo tra Regione, Comune e Asur per avviare le procedure acquisendo il terreno dove sorgerà il nuovo ospedale.

“Il PD e Carancini hanno cronicizzato le conseguenze di una batosta elettorale che nessun ospedale, per quanto moderno e attrezzato potrà curare: forse per questo si ostinano a dire che non ci sono ospedali all’orizzonte – aggiunge Buldorini – I cittadini scegliendo il centrodestra hanno detto un secco no proprio a ‘sceneggiate’ e inconcludenza della sinistra che, con tutte le carte in mano, ha sprecato persino gli assi. In 20 mesi di governo regionale stiamo facendo quello che non hanno fatto in 20 anni: saranno i cittadini a giudicare se e quanto i nostri sforzi andranno a buon fine. Con buona pace della sinistra costretta al ruolo di comparsa”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*