Ambiente Marche

Bilò: erosione del Conero, il 16 maggio confronto per un piano strutturale

Il vicecapogruppo della Lega in Consiglio Regionale promuove un tavolo operativo che affronti, in maniera strutturale, la criticità

L’erosione della costa del Cònero al centro di un incontro tra Istituzioni, Operatori commerciali ed Esperti dell’Università di Ancona che si svolgerà a Sirolo il 16 maggio alle ore 15.00 presso la sede del Parco del Conero a Sirolo

Lo ha promosso il vicecapogruppo della Lega in Consiglio Regionale Mirko Bilò che ha trovato la piena collaborazione del presidente Daniele Silvetti per avviare un tavolo operativo che affronti, in maniera strutturale, una criticità che rischia di penalizzare le attività in un momento in cui la Regione sta investendo molto per il loro rilancio.

“Ci confronteremo su come preservare arenili, unici al mondo come quello di San Michele, recensito da The Guardian tra le 5 spiagge più belle d’Italia e che, proprio in questi giorni, mostra tutte le conseguenze dell’erosione – spiega Bilò che attenziona la problematica fin da quando era sindaco di Numana e fondatore dell’Associazione Riviera del Cònero – Ci saranno l’assessore regionale all’Ambiente Stefano Aguzzi, i colleghi consiglieri regionali Andrea Maria Antonini, presidente della commissione regionale Ambiente e Territorio, e Andrea Putzu, presidente della commissione regionale Sviluppo Economico e Turismo di cui io stesso faccio parte, i sindaci di Sirolo e Numana ed esperti dell’Università di Ancona. Bisogna superare i vincoli burocratici al più presto – conclude il vicecapogruppo – drenare fondi dalla programmazione europea per impiantare scogliere soffolte può essere un efficace intervento, ma è indispensabile sia tempestivo perché le attività commerciali e ricettive non vedano aggravata dall’erosione costiera la crisi da rincaro energetico e dalle incertezze legate alla questione Bolkestein”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*