Eventi Turismo

Turismo religioso, un diamante tra i gioielli marchigiani della BIT

Antonini: “Camminare nelle Marche per amarle di più”

Il Turismo religioso fra le punte di diamante che hanno permesso alle Marche di brillare alla Bit – Borsa Internazionale del Turismo, l’evento di punta del settore sul panorama nazionale, che si è svolto nei giorni scorsi a Milano.
Ad accendere i riflettori sul tema, è stato il consigliere regionale della Lega, Andrea Maria Antonini, che ha introdotto i lavori della conferenza sul Turismo Religioso con un focus sui cammini a piedi. Nelle Marche il cammino più importante e riconosciute ufficialmente dal Ministero della Cultura sè il Cammino Francescano della Marca, di cui Antonini è stato fra i promotori.

“I cammini a piedi – spiega Antonini – consentono di scoprire le bellezze storiche, culturali, paesaggistiche e naturalistiche delle Marche in maniera diversa e originale, più a misura d’uomo e all’insegna di quel turismo lento ed esperienziale sul quale, come Lega, abbiamo fondato la strategia di rilancio economico, storico-culturale e dei borghi dell’entroterra regionale”.

La Bit, aggiunge il consigliere leghista, Presidente della commissione regionale Ambiente e Territorio, “è stata anche l’occasione per valorizzare il Cammino Francescano della Marca che, dal Santuario Francescano di Assisi conduce al sepolcro del protettore dai terremoti a Sant’Emidio d’Ascoli attraversando Umbria e Marche per ripercorrere la strada che San Francesco seguì nel 1215, nelle sue predicazioni. Un percorso lungo 167 km in 8 tappe, che si snodano tra sentieri, sterrato e strade poco trafficate.
Ripercorrere le antiche vie, “consente di scoprire storia, arte, cultura, enogastronomia, tradizioni e paesaggio, rivalutando i luoghi meno conosciuti, ma non per questo meno ricchi di bellezze. Un turismo che è ormai il vero fenomeno del nuovo millennio e una grande occasione per le Marche di valorizzare quelle che sono le più importanti peculiarità, nonché i suoi punti di forza” conclude Antonini.
Nell’evento si e’ parlato anche del neonato Cammino dei Cappuccini, un nuovo itinerario che partendo da Fossombrone si snoda per circa 400 chilometri per arrivare fino ad Ascoli Piceno. Un percorso che in 17 tappe suggestive porta turisti e marchigiani alla scoperta delle bellezze della dorsale interna delle Marche: montagne dal tratto selvaggio, colline dolci sulle quali svettano ‘orgogliosi’ incantevoli borghi che regalano scorci suggestivi, laghi e mare sullo sfondo a completare un quadro meraviglioso.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*