Marche Sport

Biondi: “Oltre 8 milioni di euro per un messaggio importante: lo sport non è solo agonismo, ma salute, valori, socialità”.

La soddisfazione del gruppo consiliare Lega per il nuovo Piano regionale nell’intervento in aula della consigliera, membro della commissione sport.

“Il Piano regionale quinquennale varato oggi in Consiglio regionale che stanzierà oltre 8 milioni di euro per la promozione della pratica sportiva e dello sport di cittadinanza veicola un messaggio importante: lo sport non è solo agonismo, ma salute, valori, socialità. Grazie all’impegno dell’assessore regionale Giorgia Latini nel fare rete con tutte le componenti del mondo sportivo e sociale, possiamo non solo valorizzare le eccellenze sportive, ma puntiamo sulla pratica sportiva per includere e per contrastare abitudini e comportamenti che impattano negativamente sulla comunità”.

I consiglieri regionali della Lega, con l’intervento in aula della consigliera regionale Chiara Biondi, componente della commissione regionale sport, esprime così la soddisfazione per l’approvazione del documento che definisce le line di indirizzo ed intervento in ambito sportivo per le quali la Regione stanzia oltre 6,5 milioni di cui si aggiungono 1,5 milioni di risorse statali per la disabilità. Solo per il 2022 oltre un quarto dello stanziamento (240mila euro) è destinato allo sport disabili.

“L’anima marchigiana e i valori sportivi hanno molto in comune: lavorare per ottenere successi e non cullarsi mai sugli allori facendosi trovare pronti da ogni sfida. Uno storico paradigma di vita che alcuni marchigiani hanno reso leggenda – aggiungono Biondi e i colleghi Marinelli, Bilò, Antonini, Cancellieri, Marinangeli, Menghi e Serfilippi – Basta guardare al CT della Nazionale di Calcio, Roberto Mancini, appena confermato nel ruolo di testimonial delle Marche, all’oro olimpico di Gianmarco Tamberi o al medagliere della scherma jesina, agli scudetti del volley e del basket, ai titoli mondiali di Valentino Rossi. Sono esempi che dimostrano chiaramente non solo la vivacità della realtà sportiva marchigiana di cui dobbiamo essere orgogliosi, ma anche le sue grandi potenzialità. Il piano approvato oggi traduce in atti il dovere di supportarne lo sviluppo mettendo a disposizione le migliori opportunità che consentano letteralmente a tutti di ‘partecipare’ ed ai talenti di sbocciare e crescere al meglio”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*