Economia Marche

Energia, Marchetti, stangata per impresa pesarese

Bene intervento annunciato da governo, ma serve valutare incremento estrazione gas e nucleare

“I rincari dei costi dell’energia stanno diventando insostenibili sia per le famiglie che per le imprese. Una testimonianza concreta arriva da un’azienda del settore tessile della provincia di Pesaro che conta 150 dipendenti e ha pagato 46.528,17 euro a settembre 2021, che sono lievitati nel mese di novembre arrivando a 67.410,07 euro. A fronte di un aumento di 20.881,9 euro, i consumi sono rimasti invariati; l’intervento annunciato dal Governo è un primo passo importante, ma serve uno sforzo ulteriore. La situazione che si sta delineando impone una riflessione seria in merito alla necessità, nel medio lungo termine, di aumentare l’estrazione del gas nel nostro Paese e di iniziare a valutare la possibilità del nucleare pulito di ultima generazione. Alle famiglie e alle imprese servono risposte concrete e tempestive e il nostro Segretario Federale Matteo Salvini affronterà questo tema con il Premier Draghi già nei prossimi giorni”.

Così in una nota il deputato Riccardo Augusto Marchetti, commissario della Lega Marche.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*