Marche

Marchetti: “Velleità di Ricci e del PD schiaffi ai bisogni degli italiani”

Il commissario della Lega Marche, Riccardo Augusto Marchetti, replica al sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, e al PD per i quali la priorità attuale è la riforma per concedere a tutti i sindaci il terzo mandato e la candidatura al parlmento per quelli delle città sopra ai 20mila abitanti

Matteo Ricci sindaco di Pesaro, tra le città più colpite dalla pandemia, e coordinatore nazionale dei sindaci PD, dà prova ancora una volta di essere sconnesso dalla realtà. “La distanza siderale dalla realtà che si riscontra nelle priorità che Ricci e il PD indicano per il Paese, è l’ennesimo schiaffo ai marchigiani e agli italiani – esordisce il Commissario della Lega Marche, Riccardo Augusto Marchetti – per loro l’urgenza sarebbe la riforma della legge elettorale e del TUEL (testo unico degli enti locali) per consentire il terzo mandato a tutti i sindaci e togliere l’incandidabilità al Parlamento di quelli alla guida di città sopra i 20mila abitanti. È evidente che Ricci e il PD continuano ad indulgere nel vizio di mettere le ambizioni parlamentari, personali e nazionali, davanti ai bisogni e alle emergenze dei cittadini. La priorità oggi deve essere l’economia di un Paese in cui si riduce il potere d’acquisto, migliaia di italiani sono senza lavoro e aumentano a dismisura energia e materie prime – continua il commissario della Lega Marche – il nostro obiettivo è mantenere e creare posti di lavoro per dare ai giovani la possibilità di costruirsi un futuro a casa propria e di formarsi una famiglia. Vogliamo dare tutto il contributo delle nostre filiere di governo per concretizzare in tempi rapidi e nel miglior modo possibile il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. I marchigiani, gli italiani tutti, sono la nostra priorità – incalza Marchetti – in un momento così complesso per il Paese, è vergognoso che il Partito Democratico anteponga le proprie velleità alle necessità reali del Paese. Pensare di lavorare per garantirsi una poltrona è l’ennesima beffa del PD agli italiani – attacca Marchetti – Abbiamo l’occasione di avviare un percorso di riforme, rimandate per decenni, grazie all’investimento pubblico più corposo dal dopoguerra ad oggi, che rilancerà il Paese offrendo a tutti opportunità. Non c’è però da stupirsi – conclude il Commissario – se Ricci e il PD incalzeranno invece sull’urgenza della riforma del catasto, ovvero la patrimoniale nascosta, su cui la Lega sta già dando battaglia”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*