Covid Sanità

Vaccini ai disabili gravi, la Vitri non c’entra ed è fuori tempo massimo

La campagna è iniziata due settimane fa e le regole le fa il governo nazionale

Abbiamo il piacere di informare la consigliera regionale Micaela Vitri che la campagna di vaccinazione dei disabili gravi delle Marche è iniziata due settimane fa secondo le priorità fissate dal piano vaccinale nazionale aggiornate l’11 marzo su spinta del ministro alla Disabilità Erika Stefani, leghista, il cui primo atto dopo la nomina è stato sollecitare in tal senso il ministro Speranza. L’esultanza espressa dalla consigliera Vitri per l’accoglimento delle sue istanze, non solo è immotivata, ma anche imbarazzante per lei ed il suo PD che arrivano a strumentalizzare (e pure fuori tempo massimo) i disabili pur di attribuirsi un merito inesistente!”

L’invito è dei consiglieri regionali della Lega fanno riferimento ai dati, pubblici, comunicati dall’assessore Saltamartini. Sono già state vaccinate circa 1.600 persone tra dializzati, trapiantati e in attesa di trapianto; con l’arrivo delle dosi previste ad aprile e maggio verrà completato il target delle persone estremamente fragili che è, complessivamente, di 117.000 unità.

 “Invece di dedicarsi quotidianamente alla sterile polemica affidata a note stampa, la consigliera Vitri dedichi piuttosto le sue energie ad aggiornarsi: i dati della piattaforma del Governo e i comunicati della giunta regionale sono di facile accesso e rara chiarezza – concludono i consiglieri leghisti – Sarà un utile esercizio per evitare che le sue dichiarazioni appaiano come millanterie”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*