Infrastrutture Marche

Banda ultralarga | Antonini e Serfilippi: “Superiamo i ritardi con velocità e competitività”

Sblocco dei cantieri, sburocratizzazione, trasparenza e competitività delle zone interne. Sono obiettivi concreti che la Lega sta portando avanti con determinazione ed impegno. Fondamentale l’azione messa in campo dalla Giunta e dal vicepresidente Carloni. 

“L’implementazione della banda larga è un’azione strategica per la crescita delle Marche ed è finalmente al centro dell’azione della Regione. Recuperiamo gli errori e i ritardi accumulati in passato. Stiamo attuando il nostro programma: sblocco dei cantieri, sburocratizzazione, trasparenza e competitività delle zone interne. Sono obiettivi concreti che la Lega sta portando avanti con determinazione ed impegno. Fondamentale l’azione messa in campo dalla Giunta e dal vicepresidente Carloni”. 

I consiglieri regionali della Lega Andrea Antonini e Luca Serfilippi commentano positivamente il piano di aggiornamento della Giunta Regionale per implementare la banda ultralarga nelle Marche. Grazie alla nuova rete realizzata da Open Fiber, nell’ambito dei bandi Infratel del piano BUL, entro la fine del 2021 saranno connessi ulteriori 136 comuni marchigiani aggiungendosi ai 44 già chiusi. Ad oggi, sono 176 i cantieri aperti e la fibra ottica ultraveloce, in 65 comuni, è già disponibile per 48 mila tra case, uffici e negozi.

“I dati si commentano da soli e marcano una netta differenza rispetto ai numeri ai quali eravamo abituati in passato. Le infrastrutture tecnologiche sono un asset di competitività per le nostre imprese e una necessità per garantire ed implementare i servizi alla persona – sottolinenano il Presidente della III Commissione Andrea Antonini e il consigliere Luca Serfilippi – In questo periodo di pandemia abbiamo constatato l’importanza della connettività per i servizi sanitari ed educativi. Stiamo colmando un ritardo tecnologico che stava producendo una perdita di competitività per le nostre imprese, specialmente quelle delle aree interne. Il numero dei cantieri attivi e quelli già calendarizzati sono la dimostrazione concreta del cambio di passo che questa Giunta sta imprimendo alla modernizzazione della nostra Regione”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*