Marche

Marinelli: tenuta sociale e ripresa della crescita i cardini del bilancio regionale

Il capogruppo in consiglio regionale: soddisfatti del lavoro e delle prospettive

Lega Marche soddisfatta del primo bilancio preventivo della giunta di Centrodestra in cui rappresenta il primo partito. Si consolida anche per il futuro la visione incentrata sulle politiche sociali ed economiche che sono state il cavallo di battaglia della recente campagna elettorale. Una visione già concretizzata nel breve periodo grazie al grande lavoro degli assessori Filippo Saltamartini, Mirco Carloni e Giorgia Latini che hanno già impresso una nuova impronta nei settori strategici della Sanità e del Sociale, delle Attività Produttive e della Cultura”.

Lo dichiara il presidente del gruppo consiliare Lega Renzo Marinelli che è anche presidente della commissione permanente che si occupa del Bilancio. Chiari e confermati gli obiettivi e le strategie, resta da assestare il tiro strettamente operativo portando in dote 8 consiglieri e 3 assessori alla giunta Acquaroli.

In soli 60 giorni di governo abbiamo fatto un mezzo miracolo con il bilancio che era vincolato in alcuni ambiti anche su base pluriennale – spiega Marinelli – Abbiamo fatto un’analisi attenta dell’esistente e subito impresso il cambio di rotta ancor più necessario nell’anno che andremo ad affrontare: non contribuiti ai soliti noti, ma supporto autentico e decisivo, per quanto di nostra competenza, nei settori che sono più a rischio: lavoro e sociale, quest’ultimo inteso nel senso più ampio. Ci troviamo in mano una regione male amministrata per anni ed anni e dobbiamo farla rialzare al più presto dalla sua terza crisi consecutiva. Non sarà facile, ma non siamo gente che si spaventa facilmente – prosegue il presidente del gruppo consiliare Lega – L’obiettivo è far ripartire il tessuto socio-economico senza lasciare indietro nessuno: dalla scuola allo spettacolo, dalla sanità al sociale, dalle micro imprese all’agricoltura abbiamo già dimostrato di avere non solo idee chiare ma soprattutto, volontà e capacità di dare risposte. I marchigiani ci hanno affidato buona parte del loro futuro: non lasceremo nulla di intentato per onorare l’impegno che ci siamo assunti nei loro confronti”. 

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*