Marche

Corruzione ad Ancona, Arrigoni e Troiano (Lega): il Sindaco Mancinelli troppo occupata a ritirare premi, ora faccia chiarezza

Opere pubbliche mai eseguite, parzialmente realizzate o per le quali l’Amministrazione comunale di Ancona avrebbe sborsato cifre astronomiche rispetto al loro reale valore. È possibile che nessuno sapesse, controllasse il lavoro degli uffici o si sia fatto delle domande? Dov’era il Sindaco Mancinelli, troppo impegnata a ritirare premi e a scrivere libri sulla buona amministrazione cittadina?”

A chiederlo sono il Senatore Paolo Arrigoni, responsabile della Lega Marche, e Primiano Troiano, referente cittadino della Lega di Ancona, che tornano sull’inchiesta che ha fatto emergere un sistema corruttivo nel capoluogo marchigiano e che conta 5 arresti e 35 indagati tra assessori, funzionari comunali e imprenditori. 

Eppure sui documenti sottoposti a sequestro dalla Polizia ci sono le firme di dirigenti e funzionari comunali, pagati dai cittadini per esercitare compiti di controllo, così come spetta agli assessori verificare il buon esito dei lavori e degli indirizzi forniti dall’Amministrazione”, continuano gli esponenti leghisti. “Per questo non stupisce ma preoccupa enormemente che l’assessore Manarini sia indagato per abuso d’ufficio, truffa e turbativa d’asta, così come il vicesindaco Sediari per turbativa d’asta e gli assessori Marasca e Foresi per omissione di atti d’ufficio”.

Con mezza giunta indagata, numerose opere pubbliche mai realizzate o mal fatte e l’incapacità di vigilare su come vengono utilizzati i soldi dei cittadini, Valeria Mancinelli dovrebbe avere la decenza di restituire la nomina a “miglior sindaco del mondo 2018”, ma soprattutto di sospendere le deleghe ai suoi assessori indagati e ascoltare le richieste delle minoranze consiliari sull’istituzione di una commissione interna che faccia chiarezza su questa inquietante situazione”, concludono Arrigoni e Troiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*